News e iniziative

Pagina precedente

01 ottobre 2016

Un decreto legislativo che riduce i controlli sugli interventi edilizi

Un decreto legislativo che riduce i controlli sugli interventi edilizi

È in discussione presso le Commissioni "Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici" e "Attività Produttive, Commercio e Turismo" della Camera dei Deputati lo schema di decreto legislativo recante "Individuazione di procedimenti oggetto di autorizzazione, segnalazione certificata di inizio attività (SCIA), silenzio assenso e comunicazione e di definizione dei regimi amministrativi applicabili a determinate attività e procedimenti, ai sensi dell'art. 5 della legge 7 agosto 2015, n. 124" approvato in via preliminare dal Consiglio dei Ministri del 15 giugno 2016.

L'ANCSA è stata chiamata a svolgere un proprio approfondimento su una materia che si configura, una volta ancora, come l'ennesimo passo sul cammino della deregolamentazione dei procedimenti edilizi nel nostro Paese.

Il regime della SCIA verrebbe esteso anche ad opere "di risanamento conservativo con intervento su elementi strutturali", nonché a ristrutturazioni edilizie  che di fatto danno luogo ad incrementi del carico urbanistico. Ancora alla SCIA possono essere assoggettati "gli interventi di nuova costruzione o di ristrutturazione urbanistica qualora siano disciplinati da piani attuativi [...] che contengano precise disposizioni plano-volumetriche, tipologiche, formali e costruttive".

Anche il rispetto delle normative sismiche verrebbe affidato alla mera asseverazione di compatibilità da parte del progettista.

 facebooktwitteryoutube