News e iniziative

Pagina precedente

11 dicembre 2016

Legge regionale per i centri storici, le riflessioni dopo il convegno di Palermo

Legge regionale per i centri storici, le riflessioni dopo il convegno di Palermo

Organizzato da ANCSA, INU e Università di Palermo, si è svolto il 25 e 26 novembre nel capoluogo siciliano il convegno sulla legge n.13 del 10 Luglio 2015, "Norme per favorire il recupero del patrimonio edilizio di base dei centri storici".

La legge, fortemente osteggiata dalla cultura tecnica locale e nazionale, non ha sortito gli effetti attesi, dal momento che solo una minoranza dei comuni siciliani ha redatto lo Studio sul proprio centro storico, e un numero ancora minore ne hanno concluso l'iter di approvazione.

Il convegno ha rappresentato dunque l'occasione per riflettere sull'utilità del provvedimento, in maniera non preconcetta, ma a partire dall'approfondimento delle esperienze finora messe in atto, valutando le criticità evidenziate nelle diverse realtà territoriali, sia sotto il profilo tecnico sia sul piano amministrativo.

Diverse amministrazioni comunali della Sicilia si sono confrontate sulle modalità attuative della legge e sui risultati attesi. L'obiettivo degli organizzatori è stato quello di definire alcuni correttivi indispensabili per evitare che la norma possa costituire un rischio più che una opportunità per i centri storici siciliani.

I lavori sono stati conclusi dalla prof.ssa Teresa Cannarozzo, componente del Consiglio Direttivo ANCSA, che ha dato il proprio pieno appoggio alla costituzione di un coordinamento permanente fra l'Università di Palermo e gli ordini professionali degli architetti, ingegneri e geologi, per apportare modifiche alla legge regionale, anche con l'introduzione di misure volte alla prevenzione antisismica degli edifici e dei centri storici.

 facebooktwitteryoutube