1964

QUADRO GENERALE

Governo Moro segnato da forte conflittualità interna;

Il ministro dei LL.PP. Pieraccini imposta un nuovo progetto di riforma urbanistica di compromesso sulla base degli accordi di programma;

il governo cade sulla programmazione economica per il controllo degli squilibri territoriali e sulla riforma urbanistica.

Nuovo governo Moro, quadripartito.

Si registra la più alta punta nella produzione residenziale: 45.000 abitazioni.

La L. n. 310/1964 istituisce la commissione parlamentare d'indagine sullo stato di tutela e conservazione dei Beni culturali, tra cui i centri storici.

ANCSA

2° Convegno ANCSA (Genova, 20/21 giugno). Il Convegno esamina il progetto della nuova legge urbanistica, in corso di elaborazione da parte della commissione nominata dal ministro Pieraccini; P.M. Lugli, membro della commissione, presenta una relazione dal titolo: La posizione dei Comuni circa il risanamento conservativo dei Centri storici in relazione alla nuova legge urbanistica, che ribadisce la necessità di abbandonare la politica dei vincoli passivi, a favore di una efficace azione di risanamento economico e funzionale.

DIBATTITO

Venezia: 2° congreso internazionale degli Architetti e Tecnici dei monumenti; costituzione dell'I.C.O.M.O.S. (International Council of Monuments and Sites); approvazione della Carta Internazionale per la conservazione ed il restauro dei monumenti e dei siti (Carta di Venezia).

Roma: convegno nazionale sull'edilizia residenziale organizzato dall'InArch e promosso da GesCal e ISES: prende in esame i problemi posti dalle nuove leggi, in merito ai programmi per la costruzione di case per i lavoratori; uno dei temi trattati è quello dei centri storici.

Il Ministero della Pubblica Istruzione istituisce la Commissione Franceschini, che ha il compito di definire una proposta di legge-quadro per "la tutela e la valorizzazione delle cose di interesse storico, archeologico, artistico" correlata alla legislazione urbanistica; viene formulata la definizione di bene culturale come "bene che costituisca testimonanza materiale avente valore di civiltà"

F. Sullo, Lo scandalo urbanistico.

 facebooktwitteryoutube