1987

QUADRO GENERALE

Nell'"Anno europeo dell'ambiente", le condizioni in Italia continuano a peggiorare: in Valtellina, smottamenti, frane, alluvioni provocano numerose vittime; l'Adriatico viene riconosciuto come la zona più inquinata del Mediterraneo; in Lomellina e nel Vercellese si vieta l'uso alimentare dell'acqua inquinata dei pesticidi.

A Venezia, le misure di sicurezza prese in occasione del summit dei Sette provocano danni agli edifici.

Il referendum sancisce la scelta antinucleare dell'elettorato.

Elezioni politiche anticipate.

Goria a capo di un governo pentapartito.

Progressivo calo della borsa, fino al crollo di ottobre.

Allo studio diverse proposte di legge per la regolazione del regime dei suoli e degli immobili.

In novembre, sciopero generale contro la disoccupazione e i tagli alle spese sociali; a fine anno, si registra un disavanzo pubblico record: 113.700 miliardi.

Secondo dati forniti dal CER, lo stato di attuazione dei programmi del Piano decennale 1978/87 è il seguente:
interventi programmati (alloggi): nuovo: 272.661; recupero: 213.255;
interventi ultimati: nuovo: 148.344; recupero: 130.326.

Legge della Regione Liguria n. 25: Contributi regionali per il recupero edilizio abitativo e altri interventi programmati. Programmi organici d'intervento, osservatori.

ANCSA

Presentato il rapporto finale della ricerca ANCSA-Ministero dei Lavori Pubblici, DICOTER: Il Piano di Recupero tra crisi degli strumenti attuativi e necessità di interventi di riqualificazione urbana.

DIBATTITO

Milano, Convegno Nazionale organizzato dal SUNIA: Domanda abitativa e recupero della città esistente, per un nuovo piano-casa fondato sul recupero.

Cagliari, Convegno INU: Paesaggio, ambiente, pianificazione.

 facebooktwitteryoutube